X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Rimborso IVA anche senza operazioni attive se si prova l’inerenza

/ Marco PEIROLO

Mercoledì, 17 luglio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

La sentenza della Corte di Cassazione n. 16853 del 5 luglio 2013 offre lo spunto per compiere alcune considerazioni a proposito dell’esercizio del diritto di detrazione dell’IVA sui fabbricati abitativi utilizzati nell’ambito di attività turistico-alberghiere.

Nel caso esaminato, in assenza di operazioni attive imponibili, l’Ufficio ha negato il rimborso dell’imposta pagata in sede di acquisto dell’immobile. Le conclusioni dei giudici di legittimità sono identiche a quelle raggiunte in una precedente pronuncia, avente per oggetto il recupero dell’IVA sulla ristrutturazione dell’immobile che avrebbe dovuto essere adibito ad un’attività di tipo ricettivo, non intrapresa per ragioni di convenienza imprenditoriale.
In conformità, infatti, alla ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU