X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Per la locazione di posti barca IVA sempre in misura ordinaria

/ Emanuele GRECO e Anita MAURO

Venerdì, 23 maggio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Secondo quanto indicato dalla circ. Agenzia del Territorio 16 maggio 2006 n. 4 (§ 3.1.3), i posti barca in acqua devono essere classificati, ai fini catastali, nella categoria D8 (“Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un’attività commerciale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni”).

In quanto caratterizzati dalla “assenza di infrastrutture tese ad ospitare vettori per il trasporto pubblico di persone o merci”, secondo la ex Agenzia del Territorio i porti turistici sono “da equipararsi agli autosilos ed ai parcheggi”.
La classificazione catastale nella categoria D8, all’apparenza poco pertinente, farebbe sorgere il legittimo dubbio circa la possibilità di fruire del regime di esenzione IVA ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU