X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 22 ottobre 2018 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

Imbullonati nella rendita catastale fino al 31 dicembre 2015

Secondo il MEF l’esclusione opera solo dal 1° gennaio 2016, ma i contribuenti possono in qualunque momento richiedere la rideterminazione

/ Stefano SPINA

Venerdì, 12 ottobre 2018

La rendita catastale degli immobili a destinazione speciale (categorie del gruppo D) e particolare (categorie del gruppo E) è determinata con stima diretta per ogni singola unità. Al riguardo la Corte Costituzionale, con la sentenza n. 162/2008, ha affermato che in tale sede occorre tenere conto di tutti gli impianti che “caratterizzano la destinazione dell’unità” e che presentano specifici requisiti di “immobiliarità”.

In pratica, secondo la Consulta, nella determinazione della rendita occorre fare riferimento a tutte quelle componenti che contribuiscono ad assicurare all’immobile una specifica autonomia funzionale e reddituale stabile nel tempo. Tale pensiero è stato trasfuso nella circolare dell’Agenzia del Territorio n. 6/2012, documento che ha assunto

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU