X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 16 dicembre 2018

Fisco

Scritture contabili tutelate penalmente sia nel tributario che nel fallimentare

L’approvazione del bilancio non supplisce alla mancanza della documentazione contabile

/ Maria Francesca ARTUSI

Giovedì, 6 dicembre 2018

I documenti e le scritture contabili possono rilevare ai fini penali sotto diversi punti di vista.
In ambito tributario, l’art. 10 del DLgs. 74/2000 punisce con la reclusione da un anno e sei mesi a sei anni chiunque, al fine di evadere le imposte sui redditi o sul valore aggiunto, ovvero di consentire l’evasione a terzi, occulta o distrugge in tutto o in parte le scritture contabili o i documenti di cui è obbligatoria la conservazione, in modo da non consentire la ricostruzione dei redditi o del volume di affari. Si tratta di un’ipotesi speciale di falso che tutela un interesse strumentale rispetto al corretto esercizio della funzione di accertamento fiscale.

Due ipotesi delittuose sono, inoltre, presenti nella disciplina penale fallimentare che punisce, con l’art. 216

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU