X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 6 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Accertamento negativo del credito nella fase tra ruolo e pignoramento

/ Alfio CISSELLO

Sabato, 6 luglio 2019

Sin dall’entrata in vigore del DLgs. 546/92, se non prima, gli operatori del diritto tributario si sono posti il problema della tutela del contribuente nella fase “a cavallo” tra la giurisdizione tributaria e quella ordinaria, ovvero nella fase procedimentale che va dalla notifica della cartella di pagamento al pignoramento.

Ora, il quadro, almeno per le ipotesi più comuni, sembra delineato.
Nel caso dell’omessa notifica dell’atto presupposto, è abbastanza pacifico che il contribuente, nel momento in cui riceve l’atto di pignoramento, possa adire il giudice tributario chiedendo la nullità di tale atto esecutivo per il solo fatto dell’omessa notifica dell’atto presupposto, atto che, nelle ipotesi più rappresentative, è soggetto a termini di notifica

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU