X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 24 gennaio 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Limiti de minimis superabili con l’incremento occupazionale netto

Sono considerati aiuti di Stato diversi sgravi contributivi o benefici economici collegati alle assunzioni di lavoratori subordinati

/ Noemi SECCI

Mercoledì, 30 ottobre 2019

Con la nozione di “de minimis” si identificano alcuni particolari aiuti di Stato concessi alle imprese in base a specifiche norme comunitarie (Regolamento Ce 15 dicembre 2006 n. 1998; Regolamento Ue 18 dicembre 2013 n. 1407).

In particolare, le disposizioni de minimis prevedono che gli stati membri dell’Ue possano erogare aiuti di piccola entità alle imprese in maniera autonoma, nel limite di determinati massimali, senza necessità di autorizzazione della Commissione europea.
Salvo alcune eccezioni, la somma degli aiuti di Stato concessi non può superare i 200.000 euro nel triennio di riferimento per la generalità delle imprese (fanno eccezione le imprese del settore agricolo e dei trasporti, della pesca e dell’acquacoltura).

Il triennio di riferimento è individuato sulla ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU