X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 30 maggio 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per le Dogane differimento di 30 giorni dei pagamenti con conto di debito

Per usufruirne serve un’autocertificazione che attesti l’appartenenza a uno dei settori dei beneficiari

/ Stefano COMISI

Sabato, 28 marzo 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Dopo i chiarimenti sulle disposizioni del decreto “Cura Italia” (DL 18/2020), contenuti nella nota n. 95986/2020, hanno fatto seguito in questi giorni ulteriori misure dell’Agenzia delle Dogane per fronteggiare l’attuale emergenza sanitaria.

Le Dogane hanno già precisato che, per effetto dell’art. 92, comma 3 del DL 18/2020 tutti i pagamenti mediante conto di debito, in scadenza tra il 17 marzo e il 30 aprile 2020 sono stati differiti di 30 giorni, senza applicazione di interessi e di sanzioni.
Nella nota n. 95986, al fine di rispettare i vincoli europei, tale differimento è stato concesso solo ai gestori di servizi di trasporto merci e trasporto passeggeri terrestre, aereo, marittimo, fluviale, lacuale e lagunare, ivi compresa la gestione di funicolari, funivie,

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU