X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 23 gennaio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Riduzione del canone in fattura a rischio per i lavori fatti dal conduttore

/ Dario BONSANTO e Stefano SPINA

Mercoledì, 10 giugno 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nella pratica commerciale non è infrequente assistere alla stipula di contratti di locazione di immobili ad uso commerciale in cui il locatore, per le prime annualità di vigenza dell’accordo, riconosce una riduzione del canone al conduttore.
Tale riduzione viene di norma concessa o per agevolare il conduttore nell’inizio della propria attività d’impresa o, più frequentemente, a fronte di lavori di ristrutturazione di cui quest’ultimo si farà carico per adeguare l’immobile alle proprie necessità.

Ai fini delle imposte indirette, un tale accordo comporta una serie di implicazioni in capo alle parti, le quali necessitano di un’attenta valutazione (ai fini delle imposte dirette si veda “Dubbi sugli effetti fiscali dei canoni a scaletta” 19 novembre

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU