X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 24 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Niente contributo addizionale NASpI per attività stagionali fissate dai CCNL entro fine 2011

L’INPS delinea le fattispecie escluse dal contributo e fornisce le istruzioni operative per la compilazione del flusso UniEmens

/ Daniele SILVESTRO

Mercoledì, 5 agosto 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la circolare n. 91, l’INPS interviene sul contributo addizionale NASpI, delineando le fattispecie contrattuali di lavoro a termine escluse dall’obbligo di versamento, alla luce delle modifiche apportate dall’art. 1 comma 13 della L. 160/2019 (legge di bilancio 2020) all’art. 2 commi 28 e 29 della L. 92/2012.

Si ricorda che quest’ultima disposizione stabilisce l’obbligo per i datori di lavoro di versare un contributo addizionale per il finanziamento della NASpI, pari all’1,4% della retribuzione imponibile, con riferimento ai rapporti di lavoro subordinato non a tempo indeterminato. Il suddetto contributo è poi aumentato dello 0,5% in occasione di ciascun rinnovo del contratto a tempo determinato, anche in regime di somministrazione.
Tra le fattispecie ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU