X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 21 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Sconto sul corrispettivo alla prova della compilazione del file di e-fattura

La circostanza che la norma ponga un tetto massimo di sconto applicabile implica la possibilità che il fornitore applichi uno sconto soltanto parziale

/ Enrico ZANETTI

Sabato, 21 novembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’opzione per lo sconto sul corrispettivo relativo a interventi agevolati da detrazioni “edilizie”, ai sensi della lett. a) dell’art. 121 comma 1 del DL 34/2020, implica che il fornitore, che ha effettuato gli interventi agevolati, applichi, nel documento con cui certifica e addebita le relative spese (tipicamente, la fattura), uno sconto “fino a un importo massimo pari al corrispettivo stesso”.

Ciò comporta che:
- con riguardo a tutte le agevolazioni la cui percentuale di detrazione non supera il 100%, l’ammontare dello sconto sul corrispettivo applicato in fattura corrisponde all’ammontare del credito di imposta che matura in capo al fornitore, a fronte dell’applicazione di quello sconto;
- con riguardo all’agevolazione del superbonus

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU