X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 14 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Contagi sul lavoro da COVID-19 in calo a gennaio

Dati abbastanza confortanti che potrebbero essere l’effetto della campagna vaccinale, anche se ancora nella fase iniziale

/ Fabrizio VAZIO

Martedì, 2 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il dato relativo ai contagi sul lavoro da COVID-19 è ormai una consuetudine: il numero dei casi riferito al mese di gennaio era tuttavia piuttosto atteso, perché era necessario valutare i primi effetti della campagna vaccinale.
Benché la campagna sia iniziata ufficialmente il 31 dicembre, essa ha riguardato, nella prima fase, il personale sanitario, che rappresenta, in base ai dati INAIL aggiornati al 31 gennaio 2021) quasi il 70% dei contagi da coronavirus di origine lavorativa.

Benché si debba tenere in conto che la vaccinazione nel mese di gennaio fosse ancora nella fase iniziale e non fosse stata certamente somministrata nemmeno la prima dose a tutti gli appartenenti al settore sanitario, il dato è abbastanza confortante: infatti, nel mese di gennaio 2021 vi sono stati 8.911 casi, benché ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU