X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 30 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Sospesa la riduzione del 40% per i trattamenti di mobilità in deroga di terza e quarta proroga

/ REDAZIONE

Sabato, 23 ottobre 2021

x
STAMPA

Con la circ. n. 158 pubblicata ieri, l’INPS fornisce le istruzioni per l’applicazione della misura prevista dall’art. 38 comma 2-bis del DL 73/2021, inserita in sede di conversione in legge e riguardante la sospensione del meccanismo di riduzione dei trattamenti di mobilità in deroga.

In particolare, la disposizione stabilisce che, per il periodo compreso dal 1° febbraio 2021 e fino al 31 dicembre 2021, agli importi in pagamento per i trattamenti di mobilità in deroga, concessi come terza e quarta proroga ai lavoratori beneficiari che operino nelle aree di crisi complessa riconosciute ai sensi dell’art. 27 del DL 83/2012, non trovano applicazione le riduzioni del 40% ex art. 2 comma 66 della L. 92/2012.
Invece, sottolinea l’Istituto previdenziale, continuano ad applicarsi sia le riduzioni del 10% sia quelle del 30% previste nei casi di prima e seconda proroga.

La misura verrà applicata d’ufficio dall’INPS, senza la necessità che i diretti interessati presentino domanda.

TORNA SU