ACCEDI
Mercoledì, 29 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / TUTELA DEL PATRIMONIO

Agevolato il trasferimento di opere d’arte per successione e donazione

Escluse dall’attivo ereditario le opere d’arte dichiarate di interesse culturale

/ Michele SALETTI

Venerdì, 12 agosto 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La circolazione a titolo gratuito di opere d’arte, inter vivos e mortis causa, per quanto attiene la normativa tributaria italiana dell’imposta sulle successioni e donazioni, gode di alcune agevolazioni dettate dalla volontà del legislatore di favorire la preservazione di tali beni.

In linea generale, le opere d’arte sono valorizzate ai fini del suddetto tributo, secondo quanto definito dall’art. 19 comma 1 del DLgs. n. 346/90, al valore venale in comune commercio al momento del decesso del de cuius (tale norma incide tanto sulle successioni quanto sulle donazioni, per effetto del rinvio dell’art. 56 comma 1 del DLgs n. 346/90). Tuttavia, talune opere d’arte sono escluse dall’attivo ereditario o se trasferite per donazione non sono assoggettabili all’imposta

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU