Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 5 dicembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Per il default bancario conteggio dei 90 giorni da quando il credito diventa esigibile

La Banca d’Italia esamina il trattamento del factoring, i crediti verso le pubbliche amministrazioni e gli accordi di standstill

/ Marco PEZZETTA

Venerdì, 30 settembre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Banca d’Italia, con un documento del 23 settembre, fornisce alcuni orientamenti in materia di default bancario alla luce delle linee guida emanate dall’EBA.
Il default rappresenta lo stato di inadempienza di un’obbligazione verso una banca ed è automaticamente rilevato in caso di arretrati di pagamento superiori a 500 euro (che diventano 100 per privati a PMI con esposizioni inferiori a un milione) e all’1% dei debiti verso la banca che perdurino per oltre 90 giorni consecutivi (180 se il debitore è una Pubblica Amministrazione).

Molti dei punti toccati dalla Banca d’Italia riguardano il dies a quo per il conteggio dei 90 giorni. L’autorità di vigilanza nazionale ha modo di precisare che, nel caso di crediti ceduti pro soluto a un factor, il conteggio in ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU