Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 6 febbraio 2023 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Rivalutazione più bassa per le pensioni elevate

Il Ddl. di bilancio 2023 prevede una perequazione più restrittiva se l’importo supera di quattro volte il trattamento minimo

/ Luca MAMONE

Sabato, 3 dicembre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Tra le diverse disposizioni in ambito previdenziale presenti nel testo del Ddl. di bilancio 2023, attualmente avviato all’iter parlamentare, trovano posto specifiche misure in materia di rivalutazione dei trattamenti pensionistici.

In generale, il provvedimento in esame mette mano ai meccanismi di indicizzazione dei trattamenti pensionistici (c.d. perequazione) per il biennio 2023/2024, prevedendo una perequazione più restrittiva per i casi in cui l’assegno pensionistico risulti superiore a quattro volte il trattamento minimo (attualmente fissato a 523,83 euro).

In aggiunta, si prevede un incremento transitorio – sempre con riferimento alle sole mensilità relative agli anni 2023 e 2024 – per le ipotesi in cui il complesso dei trattamenti pensionistici (inclusa la tredicesima mensilità) ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU