ACCEDI
Giovedì, 25 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

INIZIATIVE DI CATEGORIA

Il 21 e 22 giugno a Bergamo focus sulla crisi d’impresa

/ REDAZIONE

Mercoledì, 19 giugno 2024

x
STAMPA

Tornerà anche quest’anno l’oramai consueto evento che l’Ordine di Bergamo dedica alla crisi d’impresa. L’appuntamento, intitolato “Doveri e compensi dei Professionisti della crisi”, è in programma presso il Teatro Gaetano Donizetti (piazza Cavour 15), i prossimi 21 e 22 giugno, ovvero ad appena dieci giorni di distanza dall’approvazione preliminare, da parte del Consiglio dei Ministri, del correttivo ter al DLgs. 14/2019.

Il provvedimento ha introdotto numerose novità, molte delle quali saranno al centro della due giorni di lavori, durante le quali ci si concentrerà anche sul rinnovato ruolo di tutte le figure professionali previste dalla disciplina, dai liquidatori agli ausiliari, dai commissari fino agli advisor: “I professionisti della crisi d’impresa – ha spiegato Simona Bonomelli, Presidente del Comitato Scientifico dell’Ordine di Bergamo – sono figure chiave per la sopravvivenza delle aziende in difficoltà. Attraverso competenze multidisciplinari e un approccio strategico e proattivo, contribuiscono a stabilizzare le aziende, proteggere i posti di lavoro e mantenere la fiducia degli investitori. Il contesto economico e normativo è in continua evoluzione: discutere regolarmente dei doveri e dei compensi permette ai professionisti di adattarsi a nuove sfide e opportunità. Ciò include l’adeguamento a nuove normative, tecnologie e metodologie di gestione della crisi”.

Vista l’importanza e l’attualità della tematica trattata, l’Ordine bergamasco ha deciso di consentire a tutti i praticanti di accedere gratuitamente all’evento: “Quello del commercialista – ha affermato Francesco Geneletti, Presidente dell’ODCEC – è un mestiere resiliente. A nuove e interessanti opportunità di carriera corrispondono grandi responsabilità. Siamo chiamati a intervenire con rigore e precisione, fornendo consulenza strategica e operativa per aiutare le imprese a superare le difficoltà finanziarie e a ritrovare la via della sostenibilità e del successo. Assumono, quindi, importanza fondamentale la preparazione mirata e la formazione continua e di qualità, elementi che ci motivano all’organizzazione di eventi come questo”.

Dopo i saluti istituzionali e l’introduzione ai lavori di Monsignor Giulio Dellavite, Delegato Vescovile per le relazioni istituzionali e gli eventi diocesani, la prima sessione sarà dedicata a “L’Esperto, l’Ausiliario, il Commissario e il Liquidatore nel CCII” , durante la quale interverranno, tra gli altri, Salvo Leuzzi, Consigliere della Corte di Cassazione; Ilaria Pagni, docente ordinario di Diritto processuale civile presso l’Università di Firenze, e Giovanni Nardecchia, Sostituto Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione.

A seguire, la tavola rotonda incentrata “Il Curatore e i Professionisti nominati nella procedura”, che vedrà tra i protagonisti Alida Paluchowski, già Presidente della Sezione fallimentare del Tribunale di Milano, e Sido Bonfatti, Professore di Diritto della crisi d’impresa all’Università di Modena e Reggio Emilia.

I lavori si concluderanno con la discussione su “Gli organismi di composizione della crisi e il liquidatore della liquidazione controllata”, in cui porterà la propria testimonianza Giuseppe Rana, Presidente della Sezione crisi d’impresa del Tribunale di Trani. Le tre sessioni saranno coordinate, oltre a Simona Bonomelli, da Laura De Simone, Presidente di Sezione nel Tribunale di Bergamo, e Vittorio Zanichelli, già Presidente del Tribunale di Modena.

TORNA SU