X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 18 febbraio 2019 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

Nessuna comunicazione per l’accesso al regime forfetario

L’ingresso nel regime non richiede adempimenti particolari, ferma l’osservanza delle corrette regole in tema di fatturazione delle operazioni

/ Paola RIVETTI

Sabato, 19 gennaio 2019

L’accesso al regime forfetario per i soggetti in attività che provengono dal regime ordinario o da quello di vantaggio non richiede alcuna comunicazione particolare.
Solo per i soggetti che avviano una nuova attività nel 2019 permane l’obbligo di segnalare l’adesione al regime nella comunicazione di inizio attività (modello AA9/12, casella “Regime fiscale agevolato”, codice 2).

Escludendo gli adempimenti da effettuare in occasione della dichiarazione IVA 2019, la prima cosa cui prestare attenzione è la fatturazione che, nel forfetario, deve avvenire:
- senza addebito dell’IVA, con la dicitura “Operazione in franchigia da IVA ai sensi dell’art. 1 co. 54 - 88 della L. 23.12.2014 n. 190”;
- assolvendo l’imposta di bollo di due euro, se la ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU