X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 18 febbraio 2019 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

Ravvedimento su REDDITI 2018 con sconto sino al 29 gennaio

Vale la procedura speciale indicata nella circolare n. 42/2016 delle Entrate

/ Alfio CISSELLO e Massimo NEGRO

Lunedì, 21 gennaio 2019

Sono variegate le violazioni che, in sede di compilazione della dichiarazione, il contribuente può commettere.
Ad eccezione di quelle che possono emergere in sede di liquidazione automatica e di controllo formale della dichiarazione, considerate dall’art. 13 del DLgs. 471/97 alla stregua di omessi versamenti, se la violazione, sintetizzando, ha effetti sull’imposta, si tratta di dichiarazione infedele ex art. 1 del DLgs. 471/97, punita con sanzione base dal 90% al 180% dell’imposta (salvo casi specifici, tipo le condotte fraudolente o gli errori sull’imputazione temporale delle componenti reddituali).
Applicando le riduzioni di legge, la dichiarazione infedele può essere sanata mediante ravvedimento operoso.

Se, però, il ravvedimento viene effettuato entro 90 giorni dal ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU