X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 12 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Imposta sostitutiva per l’estromissione agevolata in scadenza al 2 dicembre

Gli importi dovuti possono essere compensati nel modello F24 con crediti fiscali o contributivi

/ Gianluca ODETTO

Mercoledì, 20 novembre 2019

Tra i versamenti in scadenza al 2 dicembre 2019 vi è, oltre ai “consueti” acconti delle imposte sui redditi e di molte imposte sostitutive e addizionali, quello relativo all’imposta sostitutiva sulle plusvalenze per gli imprenditori individuali che hanno beneficiato delle agevolazioni per l’estromissione dell’immobile strumentale. L’art. 1 comma 66 della L. 145/2018 prevede, infatti, che tale imposta sostitutiva debba essere versata in due rate:
- il 60% entro il 30 novembre 2019 (termine prorogato di diritto al 2 dicembre, primo giorno lavorativo successivo);
- il rimanente 40% entro il 16 giugno 2020.

L’imposta sostitutiva deve essere versata con il codice tributo “1127” e gli importi dovuti possono essere compensati nel modello F24 con crediti ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU