X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 22 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Rientro dai massimi dei tassi dopo il rialzo di inizio anno

Il tema dominante è l’inflazione e, a catena, la reazione delle banche centrali e l’impatto dei cambiamenti delle politiche monetarie sulla crescita

/ Stefano PIGNATELLI

Sabato, 15 gennaio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Dopo il balzo dei tassi avvenuto la scorsa settimana, in quella appena conclusa assistiamo ad un rientro dai massimi. Il Bond 10 Usa che aveva toccato l’1,80% scende a 1,75%; il Bund 10 che sembrava avviato a quota zero (massimo a -0,03%) scende a -0,07%; l’Irs 10 è rimasto fermo a 0,36%. Il Btp 10 (1,25%) si muove come il Bund con lo spread stabile in area 130 bps (segui tassi e valute su www.aritma.eu).

Appare positivo che ciò stia avvenendo in giornate di fervente attività sul primario con emissioni sulle due sponde dell’atlantico a lungo lunghissimo termine e che hanno visto un “bid to cover ratio” ai massimi storici, segno che su questi livelli di rendimento i mercati intervengono con forte domanda.

Il tema dominante e ricorrente è quello dell’inflazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU