Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La revocazione poteva coesistere con il ricorso per Cassazione anche prima del 2015

Se si opta per l’irretroattività il ricorso per revocazione è a rischio inammissibilità

/ Alfio CISSELLO

Mercoledì, 6 luglio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 21169 depositata ieri, ha sancito che, altresì nel contesto ante DLgs. 24 settembre 2015 n. 156, i rimedi impugnatori del ricorso per revocazione della sentenza di appello e del ricorso per Cassazione avverso la stessa sentenza potevano coesistere.
In breve, il ricorso per revocazione presentato in costanza del ricorso per Cassazione o in pendenza dei relativi termini era ammissibile.

Ai sensi della formulazione attuale dell’art. 64 del DLgs. 546/92, “Le sentenze pronunciate in grado d’appello o in unico grado dalle commissioni tributarie possono essere impugnate ai sensi dell’articolo 395 del codice di procedura civile”.
Appare quindi pacifico che le sentenze della Regionale possono essere impugnate sia con revocazione ordinaria ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU