Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Con debito non pagato patteggiamento precluso anche a chi emette fatture false

La Cassazione si pone in contrasto con alcuni precedenti che hanno escluso l’applicabilità dall’art. 13-bis del DLgs. 74/2000

/ Maria Francesca ARTUSI

Mercoledì, 6 luglio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La preclusione al patteggiamento stabilita dall’art. 13-bis del DLgs. 74/2000 per il caso di mancata estinzione del debito tributario prima dell’apertura del dibattimento opera anche con riferimento al reato di emissione di fatture per operazioni inesistenti.
Tale principio è stato precisato dalla Corte di Cassazione nella sentenza n. 25656 depositata ieri, in contrasto con alcuni precedenti che invece ne avevano escluso l’applicabilità.

L’art. 13-bis comma 2 del DLgs. 74/2000 stabilisce che l’applicazione della pena ai sensi dell’art. 444 c.p.p. possa essere chiesta dalle parti solo quando ricorra l’integrale pagamento del debito tributario – comprese sanzioni amministrative e interessi – anche a seguito delle speciali procedure conciliative e di adesione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU