ACCEDI
Mercoledì, 28 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Non è consumatore l’imprenditore cancellato con insolvenza composita

Lo strumento concordatario è inibito anche in presenza di debiti di impresa non prevalenti

/ Chiara CRACOLICI e Alessandro CURLETTI

Giovedì, 7 dicembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Anche il Tribunale di Mantova condivide il principio espresso dalla Prima Presidente della Corte di Cassazione con decreto n. 22699 del 26 luglio 2023 pronunciato in esito al rinvio pregiudiziale disposto dalla Corte d’Appello di Firenze ex art. 363-bis c.p.c.
Con il decreto emesso l’11 ottobre 2023, il Tribunale di Mantova ha infatti dichiarato l’inammissibilità di un ricorso volto a ottenere l’omologa di un piano di ristrutturazione dei debiti del consumatore presentato, ai sensi degli artt. 67 ss. del DLgs. 14/2019, da un imprenditore cancellato dal Registro delle imprese, il quale, con la procedura, intendeva ristrutturare sia i propri debiti consumeristici sia i propri debiti – pur non prevalenti rispetto ai primi – d’impresa o professionali pregressi.

Il Tribunale, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU