X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

IL CASO DEL GIORNO 3 aprile 2013

Compatibile con l’indisponibilità dei tributi la tutela dell’affidamento

Con l’interessante sentenza n. 22/17/12, la Commissione tributaria provinciale di Torino esamina diverse questioni di merito e, in particolare, un profilo concernente la tutela della buona fede e l’esclusione delle sanzioni, su cui ci soffermiamo. ...

IL CASO DEL GIORNO 2 aprile 2013

Ricettazione prefallimentare anche sul denaro «distratto» da terzi

Ai sensi dell’art. 232, comma 3, n. 2 del RD 267/42, è punito con la reclusione da uno a cinque anni chiunque, essendo consapevole dello stato di dissesto dell’imprenditore, distrae o ricetta merci o altri beni dello stesso o li acquista a prezzo ...

IL CASO DEL GIORNO 30 marzo 2013

Finanziamento soci a rischio nelle delibere di ricostituzione del capitale

La prassi di regolare i finanziamenti dei soci mediante scambio di corrispondenza commerciale rappresenta una modalità molto comune nell’ambito dei rapporti societari. Si tratterebbe, infatti, di atti soggetti in via ordinaria alla registrazione in...

IL CASO DEL GIORNO 29 marzo 2013

Realizzazione dei diritti «garantita» dal giudizio di ottemperanza

Successivamente alla formazione del giudicato della Commissione tributaria, il contribuente, per ottenere la realizzazione dei suoi diritti, può, in caso di inadempienza dell’ente impositore, agire in ottemperanza. Il procedimento è alquanto ...

IL CASO DEL GIORNO 28 marzo 2013

Fatturazione «critica» nelle esecuzioni immobiliari

Le vendite coattive che hanno luogo nelle procedure esecutive sono considerate cessioni di beni, ai sensi dell’art. 2 del DPR 633/72, e sono imponibili ai fini IVA se il debitore esecutato è qualificato come soggetto passivo d’imposta e i beni sono ...

IL CASO DEL GIORNO 27 marzo 2013

Il revisore legale «richiama» elementi dell’informativa di bilancio

Come evidenziato in un precedente intervento (si veda “L’esame degli eventi successivi completa il lavoro di revisione” del 9 marzo 2013), tra le procedure svolte dal revisore legale in sede di completamento del suo lavoro, assume particolare ...

IL CASO DEL GIORNO 26 marzo 2013

Per i reati tributari, il PM individua i beni da sequestrare

Non passa giorno senza che la Corte di Cassazione venga chiamata a valutare la legittimità di provvedimenti di sequestro preventivo per equivalente, in funzione della successiva confisca, in relazione a reati tributari ex artt. 1 comma 143 della L. ...

IL CASO DEL GIORNO 25 marzo 2013

Per le liquidazioni in perdita, il reddito totale prescinde dalla durata

In caso di liquidazione di imprese individuali e società di persone, la disposizione di cui all’art. 182, comma 2, ultimo periodo, del TUIR, secondo la quale “se la liquidazione si chiude in perdita si applicano le disposizioni dell’articolo 8”, si ...

IL CASO DEL GIORNO 23 marzo 2013

Fino a giugno, conviene comprare immobili ristrutturati

Come ricordato in un precedente intervento (si veda “Bonus del 50% anche sui fabbricati ristrutturati da imprese edili” del 12 marzo 2013), il “potenziamento” della detrazione IRPEF dal 36% al 50% (nel limite di 96.000 euro anziché 48.000 euro), ...

IL CASO DEL GIORNO 22 marzo 2013

Per l’ottemperanza prescrizione sempre decennale

A seguito del giudicato di accoglimento del ricorso della Commissione tributaria, il contribuente, se del caso, può azionare sia l’espropriazione forzata sia il giudizio di ottemperanza, come prevede l’art. 70 del DLgs. 546/92. Va subito detto che ...

TORNA SU