X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 21 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

IL CASO DEL GIORNO 15 settembre 2010

Il momento impositivo dei servizi esteri e riflessi INTRA

A norma dell’articolo 6, terzo comma, primo periodo, del DPR n. 633/1972, il momento impositivo delle prestazioni di servizi si realizza di regola all’atto del pagamento, anche in parte (acconti), del corrispettivo, fermo restando che, in caso di ...

IL CASO DEL GIORNO 14 settembre 2010

Conferimenti, Uffici in «fuori gioco» sull’imposta di registro

Il presupposto normativo su cui, storicamente, l’Amministrazione finanziaria fonda gli accertamenti tributari volti a recuperare le minori imposte d’atto pagate per effetto di cessioni di azienda attuate mediante lo schema operativo “conferimento ...

IL CASO DEL GIORNO 13 settembre 2010

La disciplina IVA in materia di cessione di terreni

Per terreni edificabili, secondo la normativa nazionale, s’intendono le aree utilizzabili a scopo edificatorio in base allo strumento urbanistico generale adottato dal Comune, a prescindere dall’approvazione della Regione o dall’adozione di strumenti...

IL CASO DEL GIORNO 11 settembre 2010

Conferimento d’azienda e successiva cessione con incognita registro

Se nell’ambito delle imposte sul reddito non è in discussione la liceità rispetto all’ordinamento tributario (e, quindi, la natura non elusiva) dei vantaggi fiscali conseguibili mediante lo schema operativo del conferimento d’azienda e successiva ...

IL CASO DEL GIORNO 10 settembre 2010

Conferimento d’azienda «blindato» per le imposte sul reddito

La cessione di un’azienda, sotto forma della partecipazione ricevuta in cambio nella società in cui la si è previamente conferita, può generare profili di conflittualità con l’Amministrazione finanziaria sul fronte dei minori oneri fiscali che questa...

IL CASO DEL GIORNO 9 settembre 2010

Il rappresentante fiscale nella «nuova» territorialità IVA

L’intervento del rappresentante fiscale ai fini IVA si limita ora esclusivamente alle ipotesi in cui le operazioni effettuate dal soggetto non residente siano rese nei confronti di privati o di soggetti stabiliti fuori del territorio dello Stato o, ...

IL CASO DEL GIORNO 8 settembre 2010

L’acquirente di un immobile risponde con il cedente per la sottofatturazione

Il legislatore comunitario, ai fini del contrasto alle frodi IVA, consente agli Stati membri di prevedere che una persona diversa dal debitore dell’imposta possa essere considerata responsabile in solido con questi per l’assolvimento dell’IVA ...

IL CASO DEL GIORNO 7 settembre 2010

Operatività salva sopra i 50 soci anche se «indiretti»

Le società di capitali “lucrative” (srl, spa e sapa), le società di persone commerciali (snc e sas) e le stabili organizzazioni in Italia di società ed enti di ogni tipo non residenti possono trovarsi a dover fare i conti con la c.d. “disciplina ...

IL CASO DEL GIORNO 6 settembre 2010

Dopo 5 anni il capannone ceduto dal privato non è plusvalente

Nella pratica professionale è frequente che un cliente persona fisica possieda un fabbricato strumentale (spesso a seguito di un’eredità o in virtù di una liquidazione societaria) e intenda cederlo. Inoltre, talvolta si rende necessario svolgere ...

IL CASO DEL GIORNO 4 settembre 2010

L’azienda ceduta come partecipazione «chiama» le imposte d’atto

Il conferimento d’azienda è un’operazione per la quale trovano applicazione le disposizioni recate dalla norma antielusiva generale, di cui all’art. 37-bis del DPR 600/73, ma, al tempo stesso, trova applicazione la norma esimente recata dal comma 3 ...

TORNA SU