ACCEDI
Giovedì, 25 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

INIZIATIVE DI CATEGORIA

Giuseppe Diretto confermato alla presidenza dell’UNAGRACO

/ REDAZIONE

Giovedì, 2 maggio 2024

x
STAMPA

“In questo periodo storico molto travagliato, proveremo a prestare sempre maggiore attenzione alle necessità dei colleghi legate allo svolgimento dell’attività professionale”. Così Giuseppe Diretto, appena confermato alla guida dell’UNAGRACO, parla degli obiettivi che si è posta l’associazione sindacale per il prossimo mandato.

Tra questi, “favorire l’ingresso nella professione dei giovani”, alimentando specifici “percorsi di formazione e agevolazione”, ma anche attraverso la battaglia per “l’introduzione di un compenso/rimborso spese obbligatorio minimo, differenziato con incrementi durante il tirocinio”.

Continuerà, inoltre, la “collaborazione con il Consiglio Nazionale e le altre associazioni per individuare percorsi comuni, finalizzati alla crescita della professione”. In quest’ottica, UNAGRACO intende “rafforzare sempre più l’attività di formazione a favore della categoria, anche con l’ausilio di software da condividere con i colleghi per il miglioramento dei rapporti e della consulenza per l’impresa”.

Oltre a Giuseppe Diretto (Bari), il nuovo Direttivo dell’associazione sarà composto da Francesco Marcetti (Olbia), in qualità Vicepresidente, Tamara Tarricone (Bari), Segretaria, Giuseppe Zappulla (Cassino), Tesoriere, e dai Consiglieri Luigi Capuozzo (Milano), Davide De Giorgi (Lecce), Giovanni Prisco (Nola), Marco Giannini (Viterbo), Margherita Romualdo (Napoli), Fedele Santomauro (Trani) e Antonio Iulianella (L’Aquila).

I tre componenti del Collegio dei provibiri saranno Francesco Cinaglia, nominato Presidente, Arturo De Filippis (Nocera) e Gianni Federico (Napoli). Membri supplenti: Giuseppe Tondo (Lecce) e Anna Buonavolontà (Nola). Quanto, invece, al Collegio dei revisori, quest’ultimo sarà formato da Marco Lizza (Bergamo), Presidente, Lucia De Cosmo (Bari) e Giulio Quintiliani (Viterbo). Supplenti: Valeria D’Aniello (Bari) e Gennaro Fraccalvieri (Bari).

TORNA SU