ACCEDI
Mercoledì, 19 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per i corrispettivi specifici agevolazione solo se l’iscritto è anche tesserato

Cruciale il collegamento tra APS territoriali ed enti nazionali

/ Alberto GIRINELLI e Paola RIVETTI

Sabato, 25 maggio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le quote di iscrizione annuale versate dagli iscritti (non associati) in favore di un’associazione di promozione sociale e i corrispettivi specifici per fruire delle attività educative proposte dall’associazione possono beneficiare della decommercializzazione di cui all’art. 148 commi 1 e 3 del TUIR, a condizione che tali soggetti siano anche tesserati all’ente nazionale a cui l’APS fa riferimento. Sono queste le conclusioni a cui giunge l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 115, pubblicata ieri.

La vicenda nasce da una modifica statutaria, richiesta alle sezioni territoriali da parte di un’APS nazionale, con cui i tesserati venivano distinti in iscritti e associati; in particolare:
- tra gli iscritti figurano i soggetti di minore età, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU