ACCEDI
Sabato, 20 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Revoca del recesso da inviare entro 15 giorni per il ripristino automatico del rapporto

Il termine decorre dalla comunicazione al datore di lavoro dell’impugnazione del licenziamento

/ Giada GIANOLA

Mercoledì, 19 giugno 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il termine di 15 giorni per revocare il licenziamento, decorrente dalla comunicazione al datore di lavoro della sua impugnazione, si riferisce all’invio della revoca e non alla sua ricezione da parte del lavoratore.
La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 16630/2024, ha chiarito che ai fini dell’effetto ripristinatorio del rapporto di lavoro previsto dall’art. 18 comma 10 della L. 300/70 è sufficiente che la revoca del licenziamento sia inviata entro il predetto termine, senza che venga richiesta, entro il medesimo termine, la ricezione da parte del lavoratore.

Nel caso di specie, un primo licenziamento intimato alla lavoratrice era stato impugnato con PEC del 13 febbraio 2018 ricevuta in pari data dal datore di lavoro e successivamente revocato con un telegramma inviato ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU