X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 15 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Negli omessi versamenti, concorso tra reato e illecito amministrativo

Lo ammettono le Sezioni Unite, escludendo il rapporto di specialità tra sanzioni amministrative e penali

/ Andrea CARINCI

Lunedì, 16 settembre 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le due sentenze – pressoché gemelle – delle Sezioni Unite penali depositate il 12 settembre (nn. 37424 e 37425) si segnalano per una pluralità di ragioni (si vedano “Sezioni Unite severe sull’omesso versamento delle ritenute”, “La mancanza di liquidità non salva dal penale chi evade l’IVA” e “Punibile anche l’omesso versamento IVA per il 2005” del 13 settembre).

Innanzitutto, certamente, per la soluzione resa sulla controversa questione dell’applicazione retroattiva del reato di omesso versamento dell’IVA dovuta in base a dichiarazione annuale (art. 10-ter del DLgs. n. 74/2000) e di quello di omesso versamento delle ritenute certificate (art. 10-bis), che la Corte giunge ad ammettere (ovviamente sull’assunto che di retroattività ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU