X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 28 settembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per essere elettronica, la fattura va trasmessa e accettata in formato digitale

La circ. 18 dell’Agenzia precisa requisiti, modalità d’invio e conservazione, fornendo anche chiarimenti su fatturazione differita e semplificata

/ Michele BANA

Mercoledì, 25 giugno 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la circolare 18 di ieri, 24 giugno 2014, l’Agenzia delle Entrate ha affrontato diverse tematiche in materia di fatturazione (elettronica, differita e semplificata): in particolare, è tornata ad esaminare, dopo la circ. 12/2013, la disciplina recepita con la Direttiva 45/2010/UE, con riferimento alle modifiche introdotte dall’art. 1, commi 325-328 della L. 228/2012.

In primo luogo, è stato precisato che l’elemento determinante per distinguere le fatture elettroniche da quelle cartacee non è il tipo di formato originario utilizzato per la propria creazione, bensì la circostanza che la fattura sia in formato elettronico quando viene trasmessa o messa a disposizione, ricevuta ed accettata dal destinatario.
In altri termini, non è qualificabile come elettronica la fattura emessa ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU