X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 6 aprile 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

IVA al 10% sui prodotti per il consumo animale in base alla destinazione

Non si applica l’aliquota agevolata ma quella ordinaria del 22% se i prodotti per la preparazione di mangimi sono ceduti a un intermediario

/ Antonio PICCOLO

Martedì, 22 gennaio 2019

La Corte di Cassazione, con le recenti sentenze nn. 32955/2018 e 32956/2018, ha risolto, a favore del Fisco, una questione sulla corretta applicazione dell’aliquota IVA in ordine alla cessione di prodotti per la preparazione di mangimi e per il consumo animale, importati da una società esercente attività di commercio all’ingrosso di prodotti chimici a uso industriale, farmaceutico e veterinario.

La società aveva impugnato, distintamente e separatamente, l’avviso di rettifica e l’atto di contestazione ed irrogazioni di sanzioni, con i quali l’Agenzia delle Dogane aveva preteso, in relazione all’importazione di cartoni di vitamina B12 per il triennio 2005/2007, l’applicazione dell’IVA ordinaria, in luogo di quella agevolata del 10%. Secondo l’Agenzia,

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU