ACCEDI
Sabato, 25 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Reverse charge nella definizione delle violazioni formali

Definizione molto conveniente, pagando solo i 200 euro con possibile rateazione degli importi dovuti in due rate di pari ammontare

/ Andrea BONINO

Martedì, 23 aprile 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la pubblicazione del provvedimento dell’Agenzia delle Entrate 15 marzo 2019 n. 62274 e l’emanazione della risoluzione 21 marzo 2019 n. 37, che ha istituito il codice tributo “PF99” per l’effettuazione dei versamenti, è tutto pronto per procedere alla definizione agevolata delle irregolarità formali, prevista dall’art. 9 del DL 119/2018.

La regolarizzazione si perfeziona mediante la rimozione delle predette irregolarità, la quale deve essere effettuata entro il 2 marzo 2020, e il versamento di 200 euro per ciascuno dei periodi d’imposta a cui si riferiscono le violazioni formali, con possibile rateazione degli importi dovuti in due rate di pari ammontare, scadenti il 31 maggio 2019 e il 2 marzo 2020, per la corresponsione delle quali non è ammessa ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU