ACCEDI
Venerdì, 12 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Spese detraibili da distinguere per l’edificio ristrutturato con ampliamento

Nella ristrutturazione senza demolizione la detrazione spetta solo per le spese riguardanti la parte esistente

/ Arianna ZENI

Mercoledì, 22 maggio 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nella risposta n. 150 di ieri, l’Agenzia ha ribadito che la detrazione IRPEF di cui all’art. 16-bis del TUIR spetta anche per gli interventi di ristrutturazione edilizia che vengono eseguiti senza demolire l’edificio esistente e con ampliamento dello stesso. In tal caso la detrazione spetta solo per le spese riguardanti la parte esistente in quanto l’ampliamento configura una nuova costruzione.

Il chiarimento si estende alla particolare fattispecie di applicazione della detrazione IRPEF delineata dal comma 3 dello stesso art. 16-bis del TUIR riguardante l’acquisto o l’assegnazione di unità immobiliari site in fabbricati interamente recuperati da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie.

In questo caso, si ricorda, l’agevolazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU