X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 6 aprile 2020 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Disciplina del DURC carente sotto il profilo penalistico

Per la Cassazione il contribuente che attesti l’adempimento di obblighi contributivi invece inevasi commette il reato di cui all’art. 483 c.p.

/ Ciro SANTORIELLO

Lunedì, 2 settembre 2019

Il documento di regolarità contributiva, c.d. DURC, è il documento con il quale, in modalità telematica e in tempo reale, indicando esclusivamente il codice fiscale del soggetto da verificare, si dichiara la regolarità contributiva nei confronti di INPS, INAIL e, per le imprese tenute ad applicare i contratti del settore dell’edilizia, di Casse edili.

Sono tenute a presentare necessariamente il DURC le imprese che:
- vogliano fare domanda per sovvenzioni, finanziamenti o agevolazioni;
- prendono parte a un appalto o subappalto per dei lavori pubblici;
- effettuano per privati dei lavori che richiedano la concessione edilizia o la dichiarazione di inizio attività edilizia;
- vogliano avere dagli organismi di attestazione l’attestazione SOA, che serve per partecipare a gare di appalto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU