X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 5 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

L’aggregazione degli studi professionali è una necessità

Meno costi, più fatturato, diversificazione dei servizi e migliore qualità della vita. Il CNDCEC prova a dare la ricetta

/ Savino GALLO

Venerdì, 22 novembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Aggregarsi conviene, non solo in termini reddituali ma anche perché “è l’unico modo per rispondere alle esigenze di un mercato sempre più complesso”. Il Consiglio nazionale dei commercialisti lo ripete da tempo e lo ha ribadito anche ieri, nel corso di un convegno dedicato proprio all’aggregazione.

L’evento, tenutosi nella sede del CNDCEC ma trasmesso in diretta streaming presso oltre 100 Ordini collegati, è servito per rimarcare, attraverso i numeri e non solo, i vantaggi dell’aggregazione e per mostrare come si può avviare un simile percorso, magari sfruttando la digitalizzazione dello studio.

La Fondazione nazionale di categoria ha recentemente fotografato una professione in cui oltre il 61% degli studi è individuale, il 20,1% associato, il 13,9% condiviso

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU