X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 aprile 2020 - Aggiornato alle 11.18

LAVORO & PREVIDENZA

Lavoro agile «semplificato» fino al 15 marzo 2020 in sei Regioni

Un nuovo DPCM estende la procedura transitoria anche alle ulteriori aree colpite da coronavirus

/ Elisa TOMBARI

Giovedì, 27 febbraio 2020

Il Governo estende anche ad altre Regioni colpite da coronavirus la semplificazione del lavoro agile.

Gli eventi degli ultimi giorni hanno costretto molti datori di lavoro a confrontarsi con le misure di prevenzione da adottare, con la collaborazione del medico competente, al fine di tutelare i lavoratori dal rischio biologico derivante dall’emergenza coronavirus COVID-19.

Oltre alla predisposizione di adeguati dispositivi di protezione individuale e all’attivazione del telelavoro (si veda “Coronavirus, dispositivi di protezione individuale utili per il rischio biologico” del 26 febbraio 2020), tra le misure adottabili per prevenire ulteriori contagi spicca certamente il lavoro agile (o smart working), una modalità di svolgimento del rapporto di lavoro subordinato, che

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU