X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 7 luglio 2020 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Crollo del PIL del 9% nel 2020, Visco chiede un nuovo «contratto sociale»

A commento delle parole del Presidente di Bankitalia, Miani sottolinea la necessità di un progetto organico e di una visione per la ricostruzione

/ REDAZIONE

Sabato, 30 maggio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nel primo trimestre 2020 il PIL italiano ha registrato una flessione del 5% e, stando gli indicatori disponibili, la contrazione sarà ancora più marcata nel secondo trimestre. A fine anno, si potrebbe arrivare a meno 9% nello “scenario base” e fino a un crollo del 13% nelle “ipotesi più negative anche se non estreme”. Nel corso della sua relazione annuale, il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, ha reso note le stime dell’ente in merito agli effetti dell’epidemia sull’economia del nostro Paese.

Nonostante un quadro di crisi “senza precedenti in tempi recenti”, Visco ha comunque invitato a “non perdere la speranza”, indicando la strada per ripartire in un “nuovo contratto sociale”. Serve, ha spiegato,

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU