X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 19 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Cessioni extra Ue non imponibili solo se c’è la prova dell’esportazione

/ Luca BILANCINI

Giovedì, 13 agosto 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Si è in presenza di una cessione all’esportazione, ai fini IVA, qualora, oltre al pagamento del corrispettivo e al trasferimento della proprietà o di altro diritto reale di godimento del bene, quest’ultimo fuoriesca dal territorio dell’Unione europea.

L’art. 8 comma 1 del DPR 633/72 sancisce un regime di non imponibilità IVA, fra l’altro:
- per le cessioni di beni spediti o trasportati al di fuori del territorio unionale a cura o a nome del cedente o per incarico del cessionario, anche se eseguite tramite commissionari (art. 8 comma 1 lett. a) del DPR 633/72);
- per le cessioni, effettuate tra due soggetti residenti, che prevedono l’invio dei beni al di fuori dell’Unione europea da parte del cedente su incarico del primo cessionario (art. 8 comma 1 lett. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU