X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 19 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Differita a luglio 2022 l’applicazione delle nuove norme sul lavoro sportivo

La Riforma dello sport introduce la nuova fattispecie delle prestazioni sportive amatoriali

/ Federico MOINE e Francesco NAPOLITANO

Giovedì, 25 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con un differimento al 1° luglio 2022, inserito all’ultimo momento a seguito delle numerose levate di scudi del mondo sportivo dilettantistico, l’attesa riforma del lavoro sportivo parte in salita. La novità è stata infatti introdotta nella versione definitiva del DLgs. 28 febbraio 2021 n. 36, rispetto al termine del 1° settembre 2021, inizialmente previsto dallo schema di decreto approvato dal Consiglio dei Ministri in data 24 novembre 2020, mentre si registra il differimento al 1° gennaio 2022 delle altre norme del decreto e degli altri decreti della riforma, ex art. 30 del DL 22 marzo 2021 n. 41 (DL “Sostegni”).
Si apre, così, un lungo arco temporale, in cui associazioni e società sportive dilettantistiche e professionistiche saranno chiamate a misurarsi con le nuove

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU