X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 25 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / PROCEDURE CONCORSUALI

Con l’absolute priority rule ordine dei privilegi «fisso» nel concordato

Incerta la natura da attribuire ai flussi finanziari generati dalla continuità

/ Marco PEZZETTA

Giovedì, 16 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La misura di soddisfazione dei creditori di rango differente nei concordati con continuità aziendale è oggetto di un vivace dibattito, alimentato in tempi recenti da alcuni interventi giurisprudenziali.

La norma di riferimento è rappresentata dall’art. 160 comma 2 RD 267/1942, trasfusa nell’art. 85 comma 6 del DLgs. 14/2019 (in vigore dal 16 maggio 2022), che subordina la possibilità pagare solo in parte (e non per l’intero) i creditori privilegiati alla condizione che la loro soddisfazione non sia “inferiore a quella realizzabile, in ragione della collocazione preferenziale, sul ricavato in caso di liquidazione, avuto riguardo al valore di mercato attribuibile ai beni o diritti sui quali sussiste la causa di prelazione indicato nella relazione giurata di un professionista

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU