ACCEDI
Sabato, 13 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Difficile rimediare alla comunicazione errata per la cessione dei bonus edilizi

Decorso il termine del quinto giorno del mese successivo all’invio il cedente torna nella disponibilità del credito se il cessionario rifiuta la cessione

/ Stefano SPINA

Martedì, 3 maggio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Gli operatori e i loro professionisti che compilano e inviano le comunicazioni per la cessione dei crediti derivanti dagli interventi sugli immobili di cui, in ultimo, al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate 3 febbraio 2022 n. 35873, si trovano, in caso di errori relativi a comunicazioni che sono state accettate dal sistema ricevente, a dover interpretare il complesso impianto normativo al fine di poter trovare un rimedio.

Se l’errore viene individuato tempestivamente la comunicazione può essere annullata entro il quinto giorno del mese successivo a quello di invio, pena il rifiuto della richiesta. Entro lo stesso termine può anche essere inviata una nuova comunicazione che sostituirà interamente quella originariamente inviata. Al riguardo occorre fruire delle apposite funzioni

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU