ACCEDI
Giovedì, 13 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Prescrizione del credito dalla conclusione della fase esecutiva del concordato

Il decreto di omologa passato in giudicato vincola tutti i creditori anteriori

/ Antonio NICOTRA

Lunedì, 30 gennaio 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la sentenza n. 35960/2022, la Corte di Cassazione è ritornata sul tema della decorrenza della prescrizione in pendenza della procedura concorsuale, enunciando il principio secondo cui, in tema di concordato preventivo, poiché l’art. 184 comma 1 del RD 267/42 rende il concordato omologato obbligatorio per tutti i creditori esistenti alla pubblicazione nel Registro delle imprese del ricorso ex art. 161 del RD 267/42, la prescrizione del credito anteriore non decorre fin quando, divenuto definitivo il decreto di omologazione, la temporanea inesigibilità venga meno.
Tale condizione si verifica in caso di completamento della fase esecutiva del concordato, con la predisposizione, a opera del liquidatore, del riparto che contempla il credito.

Nella disciplina del concordato preventivo non ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU