X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 20 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Padiglioni fieristici con accatastamento incerto

Per la Cassazione non vanno accatastati nel gruppo «E» ma pare opportuno un intervento normativo

/ Arianna ZENI

Martedì, 12 febbraio 2019

Con l’ordinanza n. 3459/2019, la Cassazione offre lo spunto per tornare sul tema del corretto accatastamento dei padiglioni fieristici. Sulla base dell’orientamento espresso dalla stessa Corte nella sentenza n. 8773/2015, è stato deciso che gli immobili fieristici non possono essere accatastati nel gruppo “E”.

La decisione merita di essere segnalata in quanto dall’accatastamento di tale tipologia di immobili dipende l’esonero dal versamento dell’ICI, dell’IMU e della TASI (per gli immobili accatastati nel gruppo “E” l’art. 9 comma 8 del DLgs. 23/2011 conferma anche ai fini dell’IMU l’esenzione già prevista ai fini dell’ICI dall’art. 7 comma 1 lett. b) del DLgs. 504/92, mentre per la TASI tale esenzione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU