X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 24 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Trasporti di beni in importazione non imponibili IVA

Lo stabilisce la legge europea 2018, approvata in via definitiva, se i corrispettivi sono stati inclusi in bolletta doganale

/ Emanuele GRECO

Giovedì, 18 aprile 2019

Il 16 aprile 2019 il Senato ha approvato in via definitiva la legge europea 2018.
Tra le novità in materia fiscale, una delle più rilevanti riguarda la modifica al regime di non imponibilità IVA per i servizi accessori alle importazioni di beni di cui all’art. 9 comma 1 n. 4-bis del DPR 633/72.

La disposizione appena richiamata, prima delle modifiche operate dalla legge europea, qualificava come operazioni non imponibili ai fini dell’IVA i servizi accessori relativi alle piccole spedizioni di carattere non commerciale e alle spedizioni di valore trascurabile (direttiva 2006/79/Ce e 2009/132/Ce), alla condizione che i corrispettivi dei servizi accessori abbiano concorso alla formazione della base imponibile IVA in Dogana ex art. 69 del DPR 633/72 e ancorché la medesima non sia stata

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU