X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 6 dicembre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Condanna alle spese esecutiva con il giudicato anche per il contribuente

Nelle liti da rimborso, l’immediata esecutività delle sentenze favorevoli al contribuente non riguarda le spese di giudizio

/ Francesco BRANDI

Lunedì, 15 luglio 2019

Con l’interessante pronuncia n. 170/3/2019 la C.T. Reg. Emilia Romagna, con un’interpretazione costituzionalmente orientata, ha stabilito che l’immediata esecutività delle sentenze favorevoli al contribuente introdotta dal DLgs. 156/2015 non è estesa alle spese legali. E ciò perché il legislatore non può aver violato il principio di parità fra le parti in giudizio.

Una società proponeva ricorso per l’ottemperanza ad una pronuncia della C.T. Reg. Emilia Romagna chiedendo l’esecuzione dei provvedimenti di rimborso di presunti aiuti di Stato e di condanna alle spese di lite disposti a suo favore.

Dopo aver precisato che l’art. 69 del DLgs. 546/92, che dispone l’immediata esecutività delle sentenze a favore del contribuente consentendogli di proporre il giudizio ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU