X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 luglio 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per i rimborsi dei modelli 730/2019 elementi di incoerenza confermati

Sono state ribadite le situazioni «a rischio» già individuate per i modelli 730/2017 e 730/2018

/ Massimo NEGRO

Giovedì, 20 giugno 2019

Con il provvedimento n. 207079 pubblicato ieri, l’Agenzia delle Entrate ha approvato i criteri per individuare gli elementi di incoerenza da utilizzare per effettuare i controlli preventivi dei modelli 730/2019 che determinano un rimborso in capo al contribuente.
In pratica, vengono confermati i criteri che erano già stati previsti in relazione ai modelli:
- 730/2017 (cfr. provvedimento 9 giugno 2017 n. 108815);
- 730/2018 (cfr. provvedimento 25 giugno 2018 n. 127084).

L’art. 5 comma 3-bis del DLgs. 175/2014, come modificato dall’art. 1 comma 949 lett. f) della L. 208/2015, prevede infatti una specifica disciplina in merito ai controlli preventivi sui modelli 730, in presenza di situazioni considerate “a rischio”. In particolare, l’Agenzia delle Entrate può effettuare ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU