X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 21 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Riqualificazione energetica al rebus bilancio

/ Silvia LATORRACA e Arianna ZENI

Lunedì, 15 luglio 2019

Il trattamento contabile della detrazione prevista dall’art. 1 commi 344-349 della L. 296/2006 (e successivi provvedimenti) per le spese sostenute in relazione a determinati interventi di riqualificazione energetica su edifici esistenti è caratterizzato da un notevole grado di incertezza. In mancanza di indicazioni da parte dei principi contabili, in dottrina sono state prospettate diverse soluzioni.
In via preliminare, pare utile evidenziare che l’agevolazione consiste in una detrazione dall’imposta lorda (IRPEF/IRES) ed è riconosciuta fino a concorrenza di quest’ultima. Presupposto per godere del beneficio è, quindi, avere capienza d’imposta.

Tanto premesso, secondo un primo orientamento (allo stato attuale maggioritario), posto che la detrazione non costituisce ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU