X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 15 ottobre 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Criterio della soccombenza da riferire all’esito finale della lite

Non rileva, secondo la Cassazione, la circostanza che le eccezioni preliminari, processuali e di merito, siano state disattese

/ Antonino RUSSO

Sabato, 21 settembre 2019

In materia di procedimento civile il criterio della soccombenza deve essere riferito alla causa nel suo insieme, con particolare riferimento all’esito finale della lite, sicché è totalmente vittoriosa la parte nei cui confronti la domanda avversaria sia stata totalmente respinta, “a nulla rilevando che siano state disattese eccezioni di carattere processuale o anche di merito”.
Questo principio, statuito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 21172 dell’8 agosto 2019 (cfr. Cass. n. 18503/2014), vale anche per il processo tributario stante l’assenza di motivi di incompatibilità con le norme di cui al DLgs. 546/92.

Il caso riguardava un appello che – seppure ritenuto ammissibile (contrariamente a quanto asseriva la controparte) – era stato poi interamente rigettato, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU