X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 20 ottobre 2019

LAVORO & PREVIDENZA

Aggravante anche se il lavoratore in nero è familiare del percettore di RdC

La misura scatta non solo se è impiegato il diretto richiedente ma anche un appartenente del suo nucleo familiare, che è destinatario del beneficio

/ Mario PAGANO

Venerdì, 13 settembre 2019

La circostanza aggravante prevista all’art. 3, comma 3-quater del DL 12/2002, così come modificata dal DL 4/2019, in caso di impiego “in nero” di lavoratori beneficiari del Rdc si applica sia se il lavoratore irregolare risulti essere il soggetto richiedente il reddito sia qualora lo stesso, pur non essendo il diretto richiedente, appartenga comunque al nucleo familiare che, per definizione contenuta nell’art. 2, comma 1 del DL n. 4/2019, risulta destinatario del beneficio. Questo è quanto opportunamente chiarito dall’INL con la nota n. 7964 del 11 settembre, con la quale sono state fornite ulteriori indicazioni, rispetto a quelle contenute nella precedente circolare n. 8/2019.

In tal senso va ricordato che in ragione della citata aggravante gli importi ordinari ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU