X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 23 febbraio 2020

FISCO

Per le ritenute negli appalti l’opera o il servizio vanno eseguiti da un’impresa

Esclusi i contratti con esercenti arti o professioni; nel limite di 200.000 euro rientrano tutti i contratti con la stessa impresa

/ Caterina MONTELEONE e Massimo NEGRO

Giovedì, 13 febbraio 2020

Con l’attesa circolare dell’Agenzia delle Entrate 12 febbraio 2020 n. 1 sono stati forniti molti dei chiarimenti ritenuti necessari per individuare il corretto ambito applicativo dell’art. 17-bis del DLgs. 241/97 e, conseguentemente, permettere alle imprese appaltatrici, affidatarie e subappaltatrici di adempiere entro il prossimo 17 febbraio alle nuove disposizioni in materia di versamento delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e assimilati relativi ai dipendenti/collaboratori impiegati nell’esecuzione di una o più opere e/o di uno o più servizi.

L’art. 17-bis del Dlgs. 241/97 si applica infatti ai committenti che affidano a un’impresa appaltatrice, affidataria o subappaltatrice l’esecuzione di una o più opere o di uno o più servizi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU